OCEANUS promuove l’uso della bicicletta come mezzo abituale di trasporto urbano e chiede alle Amministrazioni Pubbliche di prendere provvedimenti per favorirne e tutelarne l’uso; per promuovere la bicicletta anche nel tempo libero, sia per riscoprire aspetti culturali ed ambientali del nostro territorio, sia per favorire amicizie e socializzazione.
La bicicletta è uno stile di vita, è un modo diverso e più naturale di affrontare il tempo e di combattere lo stress.
In alcune città italiane le piste ciclabili sono ormai una realtà consolidata, ma moltissimo va ancora fatto: va cambiata la mentalità degli automobilisti e dei motociclisti, va incrementato il rispetto per chi ha deciso di lasciare a casa l’auto.
Ormai la bicicletta punta a divenire un vero mezzo di trasporto alternativo in grado di migliorare la viabilità dei centri urbani. E’ ampiamente dimostrato come l’utilizzo della bicicletta per i brevi tragitti urbani rappresenti una soluzione vantaggiosa sia per il tempo impiegato sia per l’estrema facilita di parcheggio.
Rinunciare a spostarsi in auto, fa parte delle buone pratiche che tutti dovremmo adottare.

Usare la bicicletta nei piccoli spostamenti quotidiani è la risposta alle nostre città sempre più congestionate dal traffico e dall’inquinamento prodotto dai motori a scoppio.
Andare in bicicletta è anche un’opportunità di riscoprire in modo divertente, salutare ed ecologico le nostre città.

Non chiediamo di viaggiare in sella per ore, pedalando per chilometri, ma di aiutarci a convincere tante persone a modificare le loro piccole abitudini quotidiane, lasciare a casa l’auto e inforcare la bici per i piccoli tragitti urbani.

oceanus oceanus_it

Che usare la bicicletta faccia bene alla salute lo sapevamo già, che faccia bene all’ambiente, pure, oggi scopriamo, grazie ad uno studio realizzato dalla città di New York che la bicicletta fa bene all’economia. +49% in termini di vendite al dettaglio è il prevedibile risultato realizzato dai commercianti situati lungo le strade dove sono stati effettuati importanti interventi di sviluppo della rete ciclabile nella grande mela.

IL 30% DEI TRAGITTI EFFETTUATI IN AUTOMOBILE COPRONO DISTANZE DI MENO DI 3KM

Nel 2011 e 2012 in Italia si sono vendute più biciclette che automobili. Un sorpasso storico che non accadeva dal Dopoguerra

TRA IL 1990 E IL 1997, LE EMISSIONI DI CO2 (EFFETTO SERRA) SONO DIMINUITE IN TUTTI I SETTORI, ECCETTO IN QUELLO DEI TRASPORTI

«Numerose citta’ europee (Amsterdam, Barcellona, Brema, Copenaghen, Edimburgo, Ferrara, Graz, Strasburgo ecc.) ci danno la dimostrazione ogni giorno che la riduzione nell’uso individuale della macchina è un obiettivo non solo auspicabile ma anche ragionevole.»
Ritt BJERREGAARD – Commissario europeo per l’ambiente 1995 – 1999

 

Città in bicicletta, pedalando verso l’avvenire
http://ec.europa.eu/environment/archives/cycling/cycling_it.pdf

EVENTI

BIKE TO WORK
Cycling is a great way to get to work. Bike to work it’s a free gym on wheels, cheaper than driving and for sure you won’t miss morning traffic jams! You’ll never have to worry about a parking spot again! You’re way more likely to get sick taking public transportation! With some good bike share program You don’t even have to own a bike! So why not start now?

Appenninica BIKE Tour – Maggio 2019
Un  viaggio fatto per scoprire una realtà italiana spesso sottovalutata, non frequentata dalle masse, a volte sconosciuta a molti. Una realtà che invece può offrire storia, cultura ed esperienze. Una dimensione dove l’ambiente e l’uomo coesistono in un ecosistema fragile, soggetto alle mutazioni climatiche, dove il rispetto per l’ambiente è fondamentale affinché questo equilibrio continui a persistere. Luoghi dove il tempo scorre lento e paesaggi che proveremo a raccontarvi in  bici amplificando quella sensazioni di libertà e serenità in un viaggio ininterrotto da sud a nord, lungo una direttrice che è la spina dorsale del nostro paese.

 

 

Proposta via ciclabile cintura Milano sud
Già numerosi sono coloro che usufruiscono di questo itinerario che potrebbe essere regolamentato da una via ciclabile ufficiale che può sorgere con la sinergia dei 4 comuni coinvolti: Carpiano, Locate Triulzi, Pieve Emanuele, Basiglio.