Marco Gisonna OCEANUSNapoletano d’origine ma Clarense d’adozione, Marco Gisonna, classe 1963, nasce come subacqueo nel 1993 e per la sua formazione alterna varie didattiche con le quali consegue i seguenti brevetti:
1. Divemaster (PADI);
2. Associate Instructor (SSI).

OCEANUS underwater reportage di Marco:
1. Malesya – 2016
2. Il Corallo Rosso di Capo Palinuro – 2014
3. Cuba – 2014
4. Maldive sulle tracce dello Squalo Balena – 2008
5. Red Sea itinerario nord – 2007

L’amore per la subacquea, per il mare ed i suoi abitanti, trova la sua massima espressione con l’appassionarsi alla fotografia, dapprima con una macchina fotografica compatta Sony P-10, cui fa seguito una Olympus SP-350 con flash esterno dedicato. La svolta nel 2006 con l’acquisto della prima reflex, una Olympus E330, con la quale arrivano i primi scatti “emozionanti” e le prime soddisfazioni:
il 3° posto Categoria Open – Sezione Mediterraneo Macro – al 1° Concorso Nazionale di Fotografia Subacquea “Isola del Giglio” anno 2006.
Risultato che viene bissato nel 2007 con il 2° posto Categoria Open – Sezione Altri Mari Grandangolo/Ambiente – ed il 2° posto Categoria Open – Sezione Mediterraneo Macro – al 2° Concorso Nazionale di Fotografia Subacquea “Isola del Giglio”.

Sempre nel 2007, 3° posto Categoria Esordienti – Sezione Mare Altrove – al 1° Concorso di video-fotografia subacquea “Due Mari in Posa”. La stessa foto riceve una menzione al II° Concorso Internazionale di Fotografia Subacquea “OrtonAmare 2007” nella sezione Ambiente-Esordienti.

Nel 2008, l’8° posto alla XXX^ Mostra Internazionale “Città di Faenza”, Categoria Esordienti, Sezione Macro.
Una menzione al III° Concorso Internazionale di Fotografia Subacquea “OrtonAmare 2008” nella Categoria Grandangolo-Esordienti.

Nella sua attività di fotosub si avvale della competenza e della professionalità dello staff tecnico
dell’Associazione Sportiva BLUE STAR DIVE CLUB di Napoli, nella persona del suo Presidente – Bruno D’Addio, che per primo lo introdusse alle profondità marine.

Nel suo portfolio scatti provenienti da:
Mar Mediterraneo (Capo Palinuro- Salerno – Arcipelago Toscano – Isole Eolie – Isola di Pantelleria);
Mar Rosso (Egitto – Arabia Saudita – Sudan);
Oceano Indiano (Maldive – Zanzibar);
Oceano Pacifico (Cebu – Filippine);
Mar dei Caraibi (Messico -Roatan – Honduras).